2010/03/30

Primi minuti della diretta Apollo 11 restaurata

di Paolo Attivissimo

Sono disponibili grazie a Spacecraft Films i primi minuti della diretta restaurata dell'Apollo 11:



2010/03/31 - Come acquistare la diretta restaurata


Ho appena ricevuto conferma da Mark Gray della Spacecraft Films che il suo documentario Live from the Moon è multiregione sia come DVD, sia come Blu-ray, quindi compatibile con i lettori europei. Lo segnalo perché chi preordina la versione Blu-ray prima dell'uscita del documentario riceverà un DVD con la diretta televisiva restaurata dell'escursione lunare dell'Apollo 11.

2010/03/11

“Luna? Sì, ci siamo andati!” – il libro che smonta le tesi di complotto

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2014/11/01. English-speaking readers should click here.


È disponibile l'edizione digitale e cartacea integrale del mio libro “Luna? Sì, ci siamo andati!”, che affronta e smonta con i fatti, una per una, le principali tesi di chi sostiene che gli sbarchi umani sulla Luna furono una messinscena.

Complottismi a parte, il libro chiarisce anche i dubbi di chi ha sentito parlare di queste tesi e vuole capire come stanno realmente le cose, magari per non farsi fregare dai contaballe spaziali.

Le sue 330 pagine ricche di illustrazioni sono inoltre un'occasione per conoscere meglio un'avventura straordinaria con dovizia di dettagli e di chicche curiose e poco conosciute.

Il libro è disponibile e distribuibile gratuitamente sotto licenza Creative Commons come file PDF o EPUB ed è anche acquistabile come e-book per Kindle su Amazon o su carta tramite Lulu.com. Ne esiste anche una versione in inglese, intitolata Moon Hoax: Debunked!, che potete acquistare presso Amazon. Se volete incoraggiarmi a scrivere ancora, acquistate l'edizione cartacea o Kindle oppure fate una donazione tramite Paypal. Tutti i link per farlo sono qui sotto. Grazie!


Edizioni digitali e file complementari


Le edizioni digitali di “Luna?” sono legalmente copiabili e distribuibili, secondo la licenza Creative Commons riportata nel testo. Quelle in formato EPUB e PDF sono gratuite. Lo scopo del libro è far conoscere i fatti, non farmi diventare ricco: comunque le donazioni (anche piccole) tramite Paypal sono sempre ben accette, se volete incoraggiarmi a scrivere ancora o semplicemente offrirmi una pizza e una birra.

Potete incoraggiarmi anche comprando l'edizione digitale per Kindle, che è leggibile non solo sul lettore Kindle ma anche su computer Windows e Mac, iPhone, iPad, Blackberry e dispositivi Android e Windows Phone 7 tramite il software Kindle.

Se scaricate queste edizioni digitali e rilevate errori o problemi tecnici, avvisatemi nei commenti oppure via mail a contatti@complottilunari.info.


(v. 4.0.5, 2013/07/20, circa 9,2 MB, gratuito)

(v. 4.0.5, 2013/07/20, circa 14 MB, gratuito)






(4,3 GB)


E-book per Kindle su Amazon.com
(v. 4.0.2, 2013/06/29, circa $7.49)


E-book per Kindle su Amazon.it
(v. 4.0.2, 2013/06/29, circa 5,76€)




Edizioni stampate


“Luna? Sì, ci siamo andati!” esiste anche in edizione cartacea con copertina morbida a colori e con illustrazioni interne in bianco e nero, che potete acquistare su Lulu.com e farvi spedire direttamente a casa. È composta da 330 pagine di testo, è in formato 14,5 x 21 cm e costa circa 15 euro (a seconda di come la acquistate). Le spese di spedizione non sono incluse nel prezzo e variano in base alla destinazione e all'urgenza.

Edizione 2013 su carta (Lulu.com)
(2013/07/21, circa 15,20€/18,50 CHF)


Edizione 2013 su carta (Amazon.it)
(2013/07/21, circa 17€)



Se preferite, potete anche acquistare il libro direttamente dalle mie mani in occasione delle mie conferenze o apparizioni pubbliche, che trovate elencate nella colonna di destra di questo blog. Risparmierete sulle spese di spedizione e avremo l'occasione di fare due chiacchiere! Il libro acquistato in questo modo costa 15 euro netti.


Cosa c'è nel libro


Il libro inizia con La corsa alla Luna, una cronologia della gara tecnologica e politica fra Stati Uniti e Unione Sovietica per raggiungere la Luna negli anni Sessanta, quando l'esplorazione spaziale beneficiava dei generosi finanziamenti e degli incentivi derivanti dal suo uso come strumento di propaganda per entrambi i contendenti. Il capitolo rende chiaro che un complotto in effetti ci fu: quello russo per fingere di non aver mai tentato di portare sulla Luna un cosmonauta.

Il testo prosegue con Come ci siamo andati: una descrizione di una missione tipica del progetto Apollo, che permette al lettore di prendere dimestichezza con i veicoli e la terminologia che compariranno nella discussione delle varie presunte anomalie presentate come prove dai “lunacomplottisti”.

Il terzo capitolo, Le prove degli sbarchi, presenta i principali fatti verificabili – spesso poco conosciuti – che documentano e confermano la realtà delle sei missioni lunari Apollo, per tagliare la testa al toro: se esistono prove schiaccianti dell'autenticità degli sbarchi, vuol dire che tutte le varie anomalie asserite dai sostenitori della messinscena sono fasulle. L'esatta ragione per cui ogni singola anomalia è fasulla verrà esaminata in dettaglio in seguito, ma già così si parte da un dato di fatto risolutivo.

Si passa poi a Tesi di complotto, promotori e diffusione, che è un'esplorazione delle grandi tesi di cospirazione, presentandone le origini, la loro popolarità secondo i rilevamenti dei sondaggi in vari paesi, i principali sostenitori e le loro varie categorie più o meno estreme.

Il quinto capitolo (Presunte anomalie fotografiche) presenta e chiarisce le principali critiche fatte dai lunacomplottisti alle fotografie delle missioni lunari, cogliendo l'occasione per descrivere la tecnologia fotografica che ha permesso di far pervenire fino a noi circa ventimila immagini straordinarie dalla superficie di un altro corpo celeste.

I quattro capitoli successivi (Presunte anomalie in video e filmati, Presunte anomalie tecnologiche, Presunte anomalie fisiche, Altre presunte anomalie) esaminano e smontano sistematicamente le presunte prove di falsificazione snidate dai sostenitori della messinscena nei video e nei filmati (e anche qui viene descritta la tecnologia video e cinematografica utilizzata all'epoca), le presunte anomalie o impossibilità tecnologiche, quelle fisiche e quelle di vari altri generi ricorrenti nelle argomentazioni lunacomplottiste.

Nel capitolo Realtà alternative vengono esaminate e confutate le principali spiegazioni di come sarebbero andate realmente le cose secondo i lunacomplottisti.

In UFO e allunaggi, il libro si occupa di quel gruppo di tesi che contraddice tutte quelle precedenti e sostiene che le missioni lunari ci furono eccome, ma fu tenuto nascosto il loro incontro con entità extraterrestri.

Il libro include anche una miniguida, Come discutere con i lunacomplottisti, che offre qualche consiglio tattico per le discussioni con dubbiosi e fanatici e alcune domande da rivolgere ai dubbiosi e ai sostenitori della messinscena per mettere in evidenza le lacune e le assurdità delle tesi di complotto.

I veri segreti della Luna mette da parte tutte le tesi fantasiose e offre un assaggio dei contenuti del mio prossimo libro dedicato alle missioni di esplorazione spaziale: alcune chicche poco conosciute sulle missioni Apollo, compresi i dettagli di come le foto delle Playmate dell'epoca finirono a sorpresa sulla Luna.

Il libro si conclude con un'ampia bibliografia, con le fonti utilizzate per le ricerche e utilizzabili per approfondire le vicende narrate, e con un riepilogo dei dati salienti di ciascuna missione Apollo.


Domande ricorrenti


Che fine ha fatto l'edizione a colori su carta? L'ho dovuta eliminare per problemi di costo e tecnici: la rilegatura a volte non era perfetta o cedeva troppo facilmente con l'uso. La nuova edizione in bianco e nero ha una rilegatura più robusta e costa un euro in meno di quella precedente; inoltre il PDF scaricabile adesso include le foto a colori in alta risoluzione ed è possibile scaricare tutte le foto originali a colori e a risoluzione ancora maggiore (il link è all'inizio di quest'articolo).

Che fine hanno fatto le edizioni su Ilmiolibro.it, Scribd, Slideshare? Le ho eliminate o indicate come obsolete; probabilmente non le aggiornerò più, per semplificare la gestione del progetto. Ora tutto passa tramite Lulu.com, dove trovate sia il libro cartaceo, sia il PDF scaricabile integrale, e tramite Amazon, dove trovate l'e-book.

Me lo spedisci tu? No, mi spiace; non ho tempo di gestire spedizioni, smarrimenti, danneggiamenti, resi, servizi postali inaffidabili e quant'altro. Sono troppo preso a scrivere il prossimo libro. Però ne ho sempre qualche copia con me negli eventi pubblici ai quali partecipo: chiedetemela.

Ne posso avere una copia autografata? Sì, ma solo dietro presentazione della tessera del Club dei Feticisti.

Come mai non c'è l'indice? C'è, ma nell'edizione cartacea e nel PDF è in fondo al libro.

L'edizione Kindle è in bianco e nero? No. Le immagini nel file del libro sono a colori, per cui se l'e-book viene visualizzato su un display a colori (iPad, iPhone, Kindle Fire e simili) si vedono appunto a colori. Su un Kindle con e-paper (display in bianco e nero) si vedono in bianco e nero.

Ho già un'edizione precedente: posso avere uno sconto su quella nuova? Dipende. Per l'edizione cartacea, se ci vediamo di persona e mi ridate la vostra copia in buone condizioni, vi do quella nuova a metà prezzo. Per l'edizione digitale Kindle, Amazon non mi permette di fare sconti selettivi, per cui vi conviene scaricare la versione EPUB gratuita e convertirla al formato di Kindle usando il software Kindle Previewer.

Come faccio ad avere le foto delle missioni Apollo in alta risoluzione, i video e gli originali a colori delle immagini del libro? I link sono indicati all'inizio di questa pagina.

Ma è legale mettere nel libro tutte quelle foto e distribuirle? Sì. Le foto della NASA sono liberamente distribuibili se ne viene citata la fonte.

Posso linkare il libro nel mio forum/blog/giornale? Certamente. Ma vi chiedo di non linkare direttamente il PDF, bensì queste FAQ (http://complottilunari.blogspot.com/2010/03/luna-si-ci-siamo-andati-faq.html o http://tinyurl.com/lscsa o http://tinyurl.com/luna-sicisiamoandati), così i lettori potranno essere meglio informati degli aggiornamenti e dei materiali di supporto.

Perché non metti il PDF sui circuiti peer-to-peer? Perché non ho tempo per coordinare tanti canali di distribuzione. Se volete farlo voi, nessun problema: il libro è liberamente distribuibile.

Quanto pesa il libro cartaceo? Una copia pesa circa 500 grammi.

Come mai adesso il libro costa meno? Inizialmente costava circa 20 euro; poi sono riuscito a ottenere un prezzo di produzione migliore e ho smesso di includere il CD con le foto. Così ho applicato questi risparmi al prezzo di vendita.

E se il libro non mi convince e voglio credere lo stesso che non siamo andati sulla Luna? Pazienza. Ci siamo andati lo stesso.


Aggiornamenti e correzioni


Il libro è un progetto in continua evoluzione, man mano che le sonde in orbita intorno alla Luna restituiscono nuovi dettagli e l'esame dei documenti e dei reperti delle missioni – tuttora in corso – rivela ulteriori aspetti poco conosciuti: l'elenco delle modifiche, degli aggiornamenti e delle sistemazioni progressivamente introdotte nelle successive edizioni è disponibile qui.


Recensioni


Del libro parlano MD80.it, Simplicissimus, Il Portalinux, Il Comizietto, Forum Astronautico.it, Stefano Cobucci, Thecicken, Economia Personale, Scienze FanpageBlogzero.

Luna? Sì, ci siamo andati! è nella bibliografia di riferimento dell'Apollo Lunar Surface Journal presso la NASA.

“Questo è davvero un libro utile ed interessante. L'autore riesce, senza essere pedante o noioso, a sbugiardare tutte le varie teorie cospirative intorno allo sbarco lunare, e nel farlo riesce a raccontare aneddoti, curiosità e la storia degli sbarchi lunari. Lo raccomando a chiunque sia interessato all'argomento, anche perché non si trovano molti libri a riguardo in italiano.” (Amazon.it, prima edizione)
“Appassionante ed ineccepibile dal punto di vista tecnico! Da ingegnere aerospaziale darei un ottimo voto a questo testo, non solo corretto concettualmente in ogni sua parte, ma anche appassionante! Ridà dignità al programma spaziale più ambizioso della storia.” (Giuseppe Albini su Ilmiolibro.it)
"Interessante, per me che non credo affatto al complotto stile Capricorn One, per intenderci. E’ interessante sia per la memoria storica, specie quando dici che grazie a questo il novecento potrà essere ricordato non solo per le cose peggiori (vedi Auschwitz) ma fortunatamente anche per questo sbarco, durato millenni da quando lo sognavano gli egizi. Mi piace il tuo spirito giornalistico e contestualizzato nell’epoca 60. Colma una lacuna in modo rigoroso e con metodo "scientifico". Bravo, lo comprerò anche io di sicuro.” (Luca Tescione su Ilmiolibro.it)
...pur non essendo una che andava convinta di alcunché, ho trovato il libro veramente un sacco piacevole. Certe cose le sapevo, soprattutto quelle che attengono più specificamente al mio lavoro – per un po’ ho avuto a che fare coi satelliti, per dire, e ho amici che ci lavorano tutt’oggi e mandano astronauti nello spazio – certe altre no, ed è stato un piacere scoprirle. Ce n’è per tutti: aneddoti sulla corsa allo spazio, stralci di storia del periodo, curiosità di vario genere, ma anche spiegazioni chiare e divertenti su problematiche fisiche, chimiche, ingegneristiche. L’andamento a domande e risposte della seconda parte del libro rende il tutto molto snello e divertente. E poi ne viene fuori l’immagine netta e precisa di un momento storico, forse l’unico momento che davvero invidio alla generazione prima della mia: avrei pagato per vedere la diretta dell’uomo che metteva piede sulla luna. [...] Insomma, io ve lo consiglio: è per gente curiosa, e curiosi lo siamo un po’ tutti, no? È la curiosità che muove la scienza, e in ultima analisi il mondo. (Licia Troisi su Liciatroisi.it)
Coinvolgente, meticoloso e inesorabile, Attivissimo contrappone il principio di realtà ai salti mortali logici e alla visione paranoica dei conspiracy theorists (Salvatore Proietti su Fantascienza.com)

"Luna? Sì, ci siamo andati!": aggiornamenti e correzioni

di Paolo Attivissimo. Ultimo aggiornamento: 2013/07/21.

Questo articolo raccoglie gli aggiornamenti e le correzioni del mio libro “Luna? Sì, ci siamo andati!”, scaricabile gratuitamente o acquistabile su carta e come e-book su Amazon, che risponde ai dubbi più frequenti sull'autenticità delle missioni lunari Apollo e li sfrutta per far conoscere gli aspetti poco noti e molto umani di quest'avventura che è ormai storia.

Il progetto è nato nel 2009; ho pubblicato la prima edizione nel 2010 e da allora ho introdotto molti aggiornamenti e revisioni, basati anche sulle osservazioni dei lettori, sulle mie interviste ai protagonisti delle missioni Apollo e sulle novità e notizie che tuttora emergono su questo argomento. A volte, purtroppo, l'aggiornamento è dettato dalla necessità di tener traccia della scomparsa di qualcuno di questi protagonisti.

Se trovate refusi o avete aggiornamenti o approfondimenti da segnalare per l'inclusione nella prossima edizione, scrivetemi presso contatti@complottilunari.info.



Quarta edizione (2013)


Le modifiche segnate con l'asterisco sono già state introdotte nelle versioni PDF ed EPUB scaricabili e in quella cartacea e verranno inserite prossimamente nella versione Kindle.

*Capitolo 1: la frase “Finalmente il 20 febbraio del 1962, quasi un anno dopo il primato russo e dopo vari altri voli suborbitali, gli Stati Uniti riescono a compiere un volo orbitale umano con John Glenn nella capsula Friendship 7” (pag. 9 dell'edizione cartacea) è stata corretta in “Gli Stati Uniti effettuano un altro volo suborbitale (Gus Grissom, 21 luglio 1961) e finalmente il 20 febbraio 1962, quasi un anno dopo il primato russo, riescono a mettere un americano in orbita (John Glenn, nella capsula Friendship 7).” Grazie a regalzi per la correzione.

*Capitolo 3: La fonte della Figura 3-7 è stata corretta in http://eol.jsc.nasa.gov/.

Capitolo 4: ho rimosso una frase ridondante a proposito di Ralph René che compariva solo nell'edizione EPUB e Kindle ma non nell'edizione PDF o cartacea. Ho aggiunto i dati di un sondaggio effettuato nel 2013 sulla diffusione della tesi di complotto lunare e ho riformulato la sezione riguardante i sondaggi negli USA. Ho corretto il dato riguardante il sondaggio in Svezia (avevo scritto 60% al posto di 40%). Ho corretto i dati riguardante i convinti dell'autenticità nei sondaggi USA del 1995 e 1999 (avevo trascritto erroneamente le percentuali).

Capitolo 5: nella didascalia della figura 5-8, nell'edizione PDF e cartacea mancava il punto dopo le parole “Figura 5-8”. Mancava il punto dopo “Figura 5-75” nella didascalia della figura corrispondente. Questi refusi non c'erano nell'edizione EPUB.

*Capitolo 5: nella sezione 5.1 (pag. 80 dell'edizione cartacea) scrivo che da Apollo 15 in poi fu portato sulla Luna anche un obiettivo da 250 mm, ma in realtà era un obiettivo da 500mm (errore dovuto a una fonte NASA erronea). Nella sezione 5.8 (a pag. 92 dell'edizione cartacea) “scatto precedente”, va corretto in “scatto successivo”. A pag. 117 dell'edizione cartacea, “la scala di Figura 5-59”, il numero di figura corretto è 5-55. Grazie a regalzi per la correzione.

*Capitolo 7: La didascalia della Figura 7-3 è stata corretta per chiarire che l'immagine mostra la tastiera e lo schermo dell'AGC, non l'AGC stesso. 

Capitolo 8: in Figura 8-5 ho corretto la didascalia per riportare il numero di catalogo esatto della foto, che è STS037-18-032 (non S37-18-03).

Capitolo 9: “nel'ottobre” è stato corretto in “nell'ottobre” (il refuso c'era solo nel PDF). 

*Capitolo 13: nella sezione 13.1 (pag. 265 dell'edizione cartacea) ho corretto “Momentaneo stordimento dovuto al ritorno ad un ambiente con gravità?” in un più rigoroso “Momentaneo stordimento dovuto al movimento in un ambiente non ristretto e con gravità ridotta?”. Grazie a regalzi per la correzione.

Capitolo 15: ho corretto l'indicazione di dove erano installate le fotocamere automatiche (Panoramic e Metric Camera): erano nel modulo di servizio, non in quello di comando.

*Capitolo 15: La bibliografia/sitografia è stata aggiornata per tenere conto di alcune variazioni dei titoli e dei siti.

Capitolo 16: ho corretto la data di rientro di Apollo 10, che è il 26 maggio 1969, non il 16. Ho omesso il numero di palline da golf lanciate da Shepard sulla Luna, dato che alcune fonti solitamente rigorose sembrano indicare che le palline furono tre invece di due come indicato nelle edizioni precedenti.

*Capitolo 16: la data corretta della missione Apollo 9 (pag. 305 dell'edizione cartacea) è 3-13/3/1969, non 3-13/3/1968. Grazie a regalzi per la correzione. Nella sezione dedicata ad Apollo 3, furano è stato corretto in furono. Grazie ad Angelo per la segnalazione.



Edizione 2012B


Ho aggiornato i capitoli Luna in cifre, Altre presunte anomalie e Come discutere con i lunacomplottisti per tenere conto della scomparsa di Neil Armstrong il 25 agosto 2012. Ho anche apportato altre modifiche:
  • Ho dati numeri progressivi a tutte le sezioni principali per comodità di riferimento.
  • Ho inserito il punto mancante dopo “Figura 3-7” nella didascalia di Figura 3-7.
  • Ho corretto il credit di Figura 5-53, che è di Lisa Attivissimo, non mio.
  • Nel capitolo 16, sezione Apollo 17, ho aggiunto la parentesi mancante dopo “sulla Luna”.
  • Nel capitolo 5, sezione Non si vedono i massi descritti da Neil Armstrong, ho corretto “la scala di Figura 5-59 indica che il centro del cratere West era a circa 420 metri dal modulo lunare” indicando la figura giusta (5-55) e sistemando la distanza (500 metri).
  • Nei capitoli 5 e 16 ho inserito valori più precisi per le dimensioni e il peso del Lunar Roving Vehicle. 
  • Nel capitolo 13, sezione Apollo 11, il messaggio di cordoglio che non fu, nella lettera presidenziale, ho corretto “vi troveranno casa” in “torneranno a casa”.
  • Nel capitolo 13 ho corretto “Commemorazione segreta” in “Commemorazione discreta”, dato che sono emersi articoli d'epoca che dimostrano che la presenza delle medaglie sovietiche a bordo di Apollo 11 era nota alla stampa e non era un segreto in senso stretto.


Edizione 2012A


In tutto il testo, alcuni paragrafi sono stati riscritti o ampliati per chiarezza o completezza e varie immagini sono state aggiunte o sostituite. In totale sono state aggiunte circa 14.000 parole.

In Permesso d'autore, ho rifinito e chiarito le condizioni di licenza e di duplicazione.

In Come ci siamo andati, ho trasferito a questo capitolo la sezione I costi del programma Apollo che prima era nel capitolo La corsa alla Luna.

In Le prove degli sbarchi, ho aggiunto la sezione Tentativi di simulazione che descrive vari tentativi cinematografici celebri di ricreare le immagini delle escursioni lunari.

In Presunte anomalie in video e filmati, ho riscritto la spiegazione dei filtri colorati della telecamera a colori per chiarire l'apparente discordanza fra i colori dei filtri mostrati in Figura 6-17 e i colori primari dei fotogrammi convertiti (il filtro era rosso, verde e giallo, ma i colori dei fotogrammi erano rosso, giallo e blu).

In Presunte anomalie tecnologiche, ho rimosso la frase “L'equipaggio riprese il controllo solo due secondi prima che il modulo lunare si ritrovasse su una rotta irreversibile di caduta sulla Luna” perché uno scambio di messaggi fra i veterani delle missioni Apollo e l'astronauta Tom Stafford avvenuto a marzo 2012 ha chiarito che la questione dei “due secondi” e del rischio di caduta è falsa nonostante venga riportata da numerosi testi storici autorevoli: in realtà fa parte delle tante dicerie e leggende che si sono consolidate nel corso di quattro decenni. Ho anche corretto la frase “quando la distanza dalla Terra e quindi la sua attrazione gravitazionale erano minori”, che era errata: la forma corretta è “quando la distanza dalla Terra era maggiore e quindi la sua attrazione gravitazionale era minore” (grazie a Epsilon per la correzione).

In Presunte anomalie fisiche, ho aggiunto una sezione intitolata Le piogge di meteore avrebbero crivellato veicoli e astronauti.

In Per saperne di più, ho tolto la sezione In ricordo dei caduti e l'ho trasformata in un capitolo autonomo conclusivo.

Ho aggiunto un nuovo capitolo di 25 pagine, Luna in cifre, con i dati salienti di tutte le missioni e di tutti i veicoli. Questo porta il numero di pagine complessivo a 330 (indice incluso) e aumenta il totale delle parole da quasi 76.000 a oltre 90.000.


Edizione 2012


In tutto il testo la grafia di “rendez-vous” è stata corretta (mancava il trattino) e “pelucco” è stato corretto in “peluzzo”. Tutti i capitoli sono stati numerati. Le figure sono state rinumerate suddividendole per capitolo. Vari paragrafi sono stati riscritti o rifiniti per chiarirne meglio il contesto e il senso.

Nell'edizione digitale, l'indice è stato ampliato e gli indirizzi Internet citati sono ora attivi (link cliccabili).

Nell'Introduzione, in In memoriam, la spiegazione delle vicende che hanno portato alla morte gli astronauti citati nell'elenco è stata integrata nel capitolo Per saperne di più.

In La corsa alla Luna, è stata corretta la citazione del discorso di Kennedy (mancava la parola “space” in “No single space project”; grazie a Fabio per la correzione). Ho aggiunto una sezione riguardante i veri costi del progetto Apollo.

In Le prove degli sbarchi, la Figura 56 è stata sostituita da un'altra fotografia scattata da me, per evitare eventuali contestazioni di copyright, e sono state aggiunte le immagini più recenti della sonda LRO.

In Tesi di complotto, promotori e diffusione, la didascalia di Figura 67 è stata corretta per togliere la “e” superflua in “dettaglio, e oggi”.

In Presunte anomalie in video e filmati, è stata corretta la grafia del nome del personaggio interpretato da Ava Gardner, che è Maria, non Marla (grazie a Naomi per la correzione).

In Presunte anomalie tecnologiche, ho aggiunto la sezione Il fragile LM reggeva troppo bene gli sbalzi termici.

In Presunte anomalie fisiche, la Figura 210 è stata sostituita da un'altra foto scattata da me, per evitare eventuali contestazioni di copyright.

In Realtà alternative, “informazioni di navigazioni” è stato corretto in “informazioni di navigazione”.

In I veri segreti della Luna, ho aggiunto una sezione dedicata al messaggio di cordoglio, preparato in segreto, che il presidente USA avrebbe letto se gli astronauti dell'Apollo 11 fossero rimasti intrappolati sulla Luna.


Edizione 2011B


Questa edizione (PDF e EPUB) include quasi tutte le correzioni presenti nell'edizione 2012 ma non il materiale aggiuntivo.


Edizione 2011/03/29


Introduzione: ho aggiunto un link all'articolo che spiega chi sono gli astronauti che citato nella sezione In memoriam.

La corsa alla Luna: ho aggiunto una fotografia della prima immagine della faccia nascosta della Luna, scattata dalla sonda sovietica Lunik 3. Ho inserito alcuni dettagli aggiuntivi sulla missione di Valentina Tereshkova e su altre imprese spaziali. Ho aggiunto il fatto che gli astronauti della Gemini 11 furono i primi a vedere la Terra come una sfera, grazie alla loro orbita altissima, e un paragrafo sull'esplorazione lunare post-Apollo.

Tesi di complotto, promotori e diffusione: in Quanta gente crede al complotto? ho aggiornato la parte dedicata a Cuba sulla base delle testimonianze raccolte dai lettori che hanno amici o contatti cubani. In alcuni esemplari la Figura 69 copre parte delle note a piè pagina, ma l'errore è già stato corretto.

Presunte anomalie tecnologiche: in Il modulo lunare era un trabiccolo instabile, ho corretto “parrebbe avere con un baricentro alto” in “parrebbe avere un baricentro alto” (grazie ad Adriano per la segnalazione). In I computer erano troppo primitivi, ho corretto “AGC” in “AGS” (grazie a Giuseppe per aver snidato il refuso).

Presunte anomalie fisiche: in Apollo 11, motore spento ma zampe pulite, ho corretto “il modulo lunare toccò con il suolo” in “il modulo lunare toccò il suolo”. Grazie ad Adriano per la segnalazione.

Realtà alternative: nella comunicazione personale di Mike Dinn, ho corretto “Apollo 17” in “Apollo 16”.


Edizione 2010/09/26


La corsa alla Luna: ho corretto l'indicazione errata che furono gli astronauti dell'Apollo 8 i primi uomini ad allontanarsi abbastanza dalla Terra da vederla come una sfera con i propri occhi. Non è del tutto vero: in realtà lo fecero brevemente prima di loro gli astronauti della Gemini 11 quando si spinsero a circa 1300 chilometri dalla Terra.


Edizione 2010/09/21


Ho sistemato alcune didascalie per indicare quando le foto sono ritagliate o intere e ho aggiornato la bibliografia con alcune voci nuove. Le figure sono state rinumerate per uniformità.

Introduzione: ho cambiato la formulazione del motto per uniformarla a quella adottata per la targa commemorativa presso il Launch Complex 34: Ad astra per aspera.

Le prove degli sbarchi: in Le fotografie, ho aggiunto una precisazione ricorrente nelle domande dei lettori: la Terra, vista dalla Luna, ha un diametro quattro volte maggiore di quello della Luna vista dalla Terra. In Le rocce lunari, ho corretto le distinzioni fra rocce lunari americane e sovietiche per chiarire che a differenza delle precedenti sonde sovietiche, la sonda Luna 24 trivellò fino a 2,5 metri di profondità, ma lo fece solo nel 1976, vari anni dopo gli sbarchi lunari statunitensi, e riportò sulla Terra solo 170 grammi di roccia trivellata.

Tesi di complotto, promotori e diffusione: in Quanta gente crede al complotto?, ho riformulato il paragrafo sui sondaggi per chiarire le fasce d'età maggiormente colpite dal fenomeno del lunacomplottismo. Ho cambiato la figura di confronto fra una stampa di giornale d'epoca e la scansione digitale diretta della pellicola delle foto lunari per usare una stampa d'epoca non sbiadita dal tempo.

Presunte anomalie fotografiche: in Manca l'ombra della bandiera, ho tolto un "quindi" ripetuto, chiarito alcuni concetti, fornito un link al video della dichiarazione di Giulio Forti e incluso i risultati della discussione diretta con Forti stesso. Ho aggiunto anche la foto in cui Aldrin non ha ancora il braccio alzato per il saluto. In L'antenna dello zaino appare e scompare, nella didascalia della figura 120 ho corretto il numero della foto da AS11-49-5942 a AS11-40-5942.

Presunte anomalie in video e filmati: in Le telecamere Apollo, ho corretto il numero di fotogrammi (quadri) al secondo delle telecamere usate per le riprese lunari delle missioni Apollo 12 e Apollo 14-17. Erano indicati erroneamente come 60, che era il numero dei semiquadri; i quadri erano erano in realtà la metà, cioè 30. In La bandiera sventola nel vuoto, ho integrato la spiegazione del movimento della bandiera nel video dell'Apollo 15 senza contatto apparente aggiungendo dei link e l'ipotesi che il contatto in realtà sia avvenuto, come suggerito da alcune stime di prospettiva.

Presunte anomalie fisiche: in Troppo caldo: la pellicola si sarebbe liquefatta, ho corretto "Il calore e il freddo si propagano..." in "il calore si propaga..." perché la frase non era scientificamente rigorosa: è il solo calore che si propaga. Il freddo è soltanto il risultato della mancanza del primo. Nella didascalia della foto di Ed White, ho tolto "giallo" dalla descrizione del cerchio di evidenziazione perché ovviamente nell'edizione in bianco e nero il cerchio non risultava affatto giallo. In Le zampe dei moduli lunari non sono impolverate, ho corretto il refuso "tenativo" in "tentativo".

Altre presunte anomalie: ho corretto il refuso "Lunare" in "lunare".

Realtà alternative: ho modificato la didascalia della foto di James W. Young per chiarire che si tratta della missione Apollo 13.

Come discutere con i lunacomplottisti: ho aggiunto la precisazione che Guidoni ha studiato sotto Neil Armstrong. In Le foto lunari furono ritoccate o no? ho riformulato la frase "Se dice che non furono ritoccate..." per maggiore chiarezza.

I veri segreti della Luna: in Buste e fuoribusta, ho rimosso la virgola superflua prima della parentesi che cita la figura. "(Figura 259)". In Commemorazione segreta, ho sostituito la fotografia della spilla con una versione più nitida e non invertita: secondo la foto NASA S69-40941, il gambo del ramoscello d'ulivo è girato verso destra. Nelle edizioni precedenti del libro era stata pubblicata una fotografia nella quale il gambo era girato verso sinistra.


Edizione 2010/05/11


Ho introdotto solo rifiniture d'impaginazione.


Edizione 2010/05/10


L'intero testo è stato reimpaginato per lasciare un margine maggiore fra testo e figure. Alcune frasi sono state riformulate per esigenze d'impaginazione, ma senza cambiarne il senso.

Pag. 20: Ho corretto "Se il rendezvous e l'aggancio falliranno" in "Se il rendezvous fallirà": anche in caso di fallimento dell'aggancio del LM al CM, era comunque prevista una passeggiata spaziale d'emergenza per tentare di salvare gli astronauti.

Pag. 65: Il sito Billkaysing.com citato al momento non risponde. Può trattarsi di un errore temporaneo. È comunque presente nella cache di Google.

Pag. 77: gli ASA della sensibilità delle pellicole sono equivalenti agli odierni ISO; ho aggiunto una nota di chiarimento.

Pag. 116: recentissime analisi fotogrammetriche hanno rivelato che il cratere West e la distesa di massi sorvolata da Armstrong sono in effetti parzialmente visibili in alcune fotografie, contrariamente a quanto scritto inizialmente, per cui ho corretto il testo di conseguenza.

Pag. 150: per coerenza, ho rimosso l'indicazione "http://" dalla nota 59.

Pag. 183: ho corretto il refuso "uno dei veicolo".

Pag. 217: ho aggiunto un accenno all'alcolismo e alla depressione di Aldrin e alle sue partecipazioni TV.

Pag. 218: il link nella nota è stato corretto in tinyurl.com/neilarmstrong-cbs.

Pag. 219: il link tinyurl.com/smentite-nasa2 porta a una pagina NASA che ha traslocato; l'indirizzo nuovo è questo ed è stato aggiunto al nuovo testo.

Pag. 219: ho aggiunto una nota sulla presa di posizione pubblica di Armstrong contro i piani spaziali di Obama.

Pag. 255: il sito http://www.ufo-radio.net/historic_ufo/apollo11/index.html non ospita più il contenuto citato nel libro ed è quindi stato sostituito da una ricerca in Google che porta a siti che riportano lo stesso contenuto.

Pag. 276: ho aggiunto una frase conclusiva.

Pag. 277: la bibliografia è stata ampliata.


Edizione 2010/05/01


Pag. 11: ho corretto "quattrocento" in "trecento" (riferito al rapporto delle distanze fra missioni lunari e missioni precedenti).

Pagg. 16 e 17: ho modificato le Figure 15 e 16 (aggiunto didascalie interne italiane).

Pag. 19: ho modificato la Figura 19 per renderne più chiare le fasi.

Pagg. 26 e 30: ho corretto da 339 a 340 il numero degli scatti lunari dell'Apollo 11.

Pag. 38: ho ripulito lo sfondo della fotografia della sonda Luna di Figura 41.

Pag. 39: ho aggiunto i dati di profondità di raccolta dei campioni di roccia statunitensi e sovietici.

Pag. 48: in Figura 54, ho corretto l'ultimo numero di identificazione delle foto nella didascalia in AS15-82-11122.

Pag. 58: ho precisato che il sondaggio Dittmar ha il 27% di dubbiosi e che il 10% di negazionisti è riferito al campione complessivo ed è incluso nei dubbiosi.

Pag. 108: ho corretto da AS11-49 ad AS11-40 l'identificazione delle foto.

Pag. 112: ho inserito una versione a maggiore risoluzione della Figura 123.

Pag. 113: ho corretto la didascalia di Figura 124 (indicava AS11-50 anziché AS11-40).

Pagg. 127 e 130: ho corretto da 122 a 123 il numero degli scatti a colori dell'Apollo 11 sulla Luna, sulla base delle discussioni con i veterani di Project Apollo.

Pag. 132: ho migliorato la leggibilità della Figura 149 (mostrata qui sotto).

Pag. 150: ho corretto la sottolineatura errata.

Pag. 171: ho aggiornato i dati sui telescopi più grandi del mondo per includere il futuro Extremely Large Telescope.

Pag. 199: ho corretto il refuso "quindi, si dice" (aggiunto virgola).

Pag. 206: ho rimosso un paragrafo superfluo.

Pag. 213: ho corretto il refuso "basta considerate".

Pag. 217: ho aggiornato il testo con la citazione della partecipazione di Aldrin a Dancing with the Stars.

Pag. 275: ho aggiunto il dettaglio che gli autori della burla della cuff checklist sono Scott e Irwin.

In vari punti del testo: ho uniformato la grafia di "Van Allen" e aggiunto testi e info supplementari per eliminare le pagine bianche a fine capitolo. Ho aggiornato la bibliografia e ho rifinito per maggiore chiarezza vari paragrafi del testo.

Figura 149 aggiornata.


Edizione 2010/03/25


La didascalia della Figura 99, a pagina 94, riporta erroneamente il numero di catalogo della fotografia. Quello corretto è 5894 anziché 5984. Ho inoltre incluso nella fotografia un riquadro con un'elaborazione digitale che evidenzia meglio l'immagine di Armstrong (foto qui sotto).

Figura 99 aggiornata.


Edizione 2010/03/18


Nella sezione "Il Saturn V non era abbastanza potente", a pag. 178, ho corretto il refuso "qusto" al posto di "questo". Pag. 238: ho corretto la data della morte di Grissom, White e Chaffee, che era errata di un mese (quella esatta è il 27 gennaio 1967). Nella sezione "La roccia lunare donata all'Olanda è falsa", a pag. 229, il numero di chili totali di rocce lunari è stato corretto da 380 a un più preciso 382.

2010/03/09

È pronto il libro “Luna? Sì, ci siamo andati!”

di Paolo Attivissimo

Finito! Ho completato anche gli ultimi capitoli del mio nuovo libro “Luna? Sì, ci siamo andati!” e il PDF integrale (300 pagine) del testo finito è pronto per essere scaricato tramite il link nella colonna di destra di questo blog.

Attende di essere sottoposto alla vostra spietata revisione o anche soltanto alla vostra lettura, se vi interessano le chicche poco conosciute e le spiegazioni delle presunte anomalie nelle foto e nella documentazione delle missioni lunari Apollo.

Stanotte lo mando in stampa, per cui se avete refusi da segnalare, fatelo presto!


2010/03/10


Ho aggiornato il PDF del libro aggiungendo le vostre segnalazioni e correzioni e l'ho mandato alla prestampa. Se trovate ancora qualche cosina da correggere o migliorare, siete ancora in tempo. Appena tornano le bozze dalla prestampa, avvio la tiratura: quello è il punto di non ritorno.

2010/03/07

Nuovo capitolo pronto: accuse di omicidio e altre presunte anomalie

di Paolo Attivissimo

È pronto un nuovo capitolo del libro “Luna? Sì, ci siamo andati”, ormai in dirittura d'arrivo. Se vi interessa scaricare il testo completo per segnalare errori, refusi e passaggi non chiari, o magari per leggerlo perché l'argomento vi ispira o siete lunacomplottisti in vena di farvi folgorare sulla via di Damasco, lo trovate al link indicato nella colonna di destra di questo blog. Con questo capitolo il libro arriva a 242 pagine.


2010/03/08

Ho aggiornato il testo con le vostre ultime segnalazioni e aggiunto un paio di pagine. L'edizione aggiornata è già scaricabile. La scomparsa della numerazione delle singole anomalie è intenzionale.

2010/03/05

Neil Armstrong, venditore di macchine

di Paolo Attivissimo

Il primo uomo sulla Luna, dopo essersi ritirato dal servizio alla NASA, fece un po' di tutto, compreso il testimonial per la Chrysler. Ecco un suo spot, datato 1979 (da Adland.tv).

2010/03/03

Nono capitolo: le presunte anomalie fisiche

di Paolo Attivissimo

È pronta la versione aggiornata delle bozze del libro Luna? Sì, ci siamo andati!, che include un nuovo capitolo, il nono, dedicato alla spiegazione delle presunte anomalie fisiche presentate dai lunacomplottisti. Lo potete scaricare integralmente dal link qui accanto. Segnalatemi errori e passaggi poco chiari, come sempre, nei commenti o via mail.

Il tempo stringe: vorrei presentare il libro a Torino il 13 marzo prossimo, per cui aspettatevi a breve i capitoli conclusivi e segnalatemi i refusi più presto che potete, prima che vada in stampa.

Grazie!


2010/03/05: nuova versione da scaricare

Ho messo online il PDF aggiornato con tutte le vostre segnalazioni, migliorie e correzioni. Grazie a tutti per il magnifico lavoro. Intanto ho aggiunto qualche pagina con ulteriori sbufalamenti delle tesi lunacomplottiste. Le coordinate del file (7 mega, immagini in bassa risoluzione) sono nella colonna di destra di questo blog.