2013/07/11

Niente stelle neanche nelle foto di Luca Parmitano

di Paolo Attivissimo

Le belle foto di Luca Parmitano nello spazio, scattate il 9 luglio scorso nel corso della prima passeggiata spaziale di un astronauta italiano, compiuta per effettuare modifiche e manutenzioni alla Stazione Spaziale Internazionale insieme con lo statunitense Chris Cassidy, rispondono eloquentemente a una delle obiezioni più ricorrenti dei lunacomplottisti e dei dubbiosi: la mancanza di stelle nelle foto scattate sulla Luna. Viene naturale pensare che nello spazio, senza atmosfera, le stelle si dovrebbero vedere benissimo, meglio che sulla Terra.

In realtà le stelle sono troppo fioche per essere fotografate se la fotocamera è impostata per la luce diurna, e Luca, in queste foto, è illuminato a giorno dal Sole, per cui la fotocamera è appunto regolata per esporre correttamente un soggetto in pieno Sole. Lo stesso vale per l'occhio umano.

L'idea che si debbano vedere le stelle nello spazio è un mito diffuso dalla fantascienza cinematografica e dagli illustratori delle missioni spaziali, che per dare profondità e maggiore bellezza alle proprie immagini aggiungono le stelle allo sfondo. Ma quando si è illuminati a giorno dal Sole, nello spazio o sulla Luna, le stelle non si vedono: per vederle occorre mettersi al buio, in modo che l'iride dell'occhio (o il diaframma della fotocamera) possa aprirsi e catturare la loro luce fioca.

Credit: NASA

Credit: NASA

Credit: NASA



1 commento:

Alessandro Riccardi ha detto...

In effetti, mi ha sempre stupito che la questione "stelle in fotografia" abbia avuto sempre questo credito : qualsiasi fotografo dilettante è consapevole del l'impossibilità di fotografare due piani con tale differenza di luminosità, a meno di utilizzare l'HDR.