2016/01/03

Quant’è grande il carattere del celebre titolo “LUNA” del Messaggero?

di Paolo Attivissimo

La prima pagina mostrata qui accanto è molto famosa: è quella del Messaggero del 21 luglio 1969, giorno dello sbarco sulla Luna di Neil Armstrong e Buzz Aldrin. Molti la conoscono perché contiene un falso storico (la foto del “primo passo” lunare, che in realtà è un’impronta di un normale stivale terrestre, completamente diversa da quella lasciata dagli scarponi usati sulla Luna dagli astronauti), ma ha anche un’altra particolarità: l’enorme dimensione dei caratteri della parola “LUNA”.

Dovrebbe essere un record mondiale, e oltretutto un record quasi impossibile da battere, visto che è difficile che ci siano altri eventi storici meritevoli di titoli così grandi e al tempo stesso riassumibili in quattro lettere o meno.

Eppure quando si cercano online informazioni su quale sia stato il più grande corpo tipografico mai usato in una prima pagina di giornale non compare questa prima pagina del Messaggero ma di solito viene citata invece quella del New York Times dedicata allo stesso evento. Il 21 luglio 1969 il NYT titolò infatti “MEN WALK ON MOON”, come potete vedere per esempio qui o qui oppure qui accanto, usando un carattere alto 96 punti.

Il carattere del Messaggero è decisamente più grande, ma di quanto, in termini tipografici? Non ho a disposizione una copia del Times per misurarne direttamente le dimensioni, ma un lettore collezionista di documenti dedicati allo spazio, Gianluca Atti, mi ha gentilmente misurato la propria copia del Messaggero e ha ottenuto un dato preciso: le lettere della parola “LUNA” sono alte 26,5 centimetri, come si può vedere nella fotografia seguente.

Definire il corpo tipografico equivalente, però, non è facile, perché non esiste una definizione unica di questa unità di misura: Wikipedia ne delinea bene la storia e le variazioni.

Se si considera che la pagina del Times risale al 1969 e fu stampata negli Stati Uniti, quando era in uso il punto tipografico Johnson, pari a circa 0,35146 mm, allora un corpo 96 equivale a 33,74 mm. Se il punto tipografico di riferimento è invece il moderno PostScript, la differenza è minima, dato che questo punto è pari a circa 0,3527 mm.

Con queste premesse, il titolo del Messaggero sarebbe in corpo Johnson 754 o in corpo PostScript 751. Di certo è quasi otto volte più grande di quello, citatissimo, del Times.

È importante tutto questo? Assolutamente no, anche se sarebbe bello vedere riconosciuto il primato del giornale italiano: semplicemente oggi mi hanno rivolto via Twitter una domanda sulle dimensioni del titolo del Messaggero e il nerd che c’è in me non ha saputo resistere, per cui ho riassunto qui i risultati della mia ricerca.

1 commento:

Massimo Musante ha detto...

visto che è difficile che ci siano altri eventi storici meritevoli di titoli così grandi
Con Marte (Mars) ci si potrebbe provare ... Speriamo!