2009/02/19

Troppe foto: è impossibile che gli astronauti ne abbiano scattato così tante in così poco tempo! (UPD20100427)

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Le foto scattate sulla Luna sono troppe: gli astronauti non avrebbero avuto tempo di farne così tante, quindi alcune sono sicuramente false. Questa è la teoria sostenuta, per esempio, da Jack White presso Aulis.com:

Here is my actual count of EVA photos of the six missions:

Apollo 11........... 121
Apollo 12........... 504
Apollo 14........... 374
Apollo 15..........1021
Apollo 16..........1765
Apollo 17..........1986

So 12 astronauts while on the Moon's surface took a TOTAL of 5771 exposures.

That seemed excessively large to me, considering that their TIME on the lunar surface was limited, and the astronauts had MANY OTHER TASKS OTHER THAN PHOTOGRAPHY. So I returned to the Lunar Surface Journal to find how much TIME was available to do all the scientific tasks AS WELL AS PHOTOGRAPHY. Unlike the number of photos, this information is readily available:

Apollo 11........1 EVA .....2 hours, 31 minutes......(151 minutes)
Apollo 12........2 EVAs.....7 hours, 50 minutes......(470 minutes)
Apollo 14........2 EVAs.....9 hours, 25 minutes......(565 minutes)
Apollo 15........3 EVAs...18 hours, 30 minutes....(1110 minutes)
Apollo 16........3 EVAs...20 hours, 14 minutes....(1214 minutes)
Apollo 17........3 EVAs...22 hours, 04 minutes....(1324 minutes)

Total minutes on the Moon amounted to 4834 minutes.
Total number of photographs taken was 5771 photos.

Hmmmmm. That amounts to 1.19 photos taken EVERY MINUTE of time on the Moon, REGARDLESS OF OTHER ACTIVITIES. (That requires the taking of ONE PHOTO EVERY 50 SECONDS!)

White afferma inoltre (fra le altre accuse) che gli astronauti dell'Apollo 11 fecero uno scatto ogni 15 secondi durante la loro passeggiata lunare:

Apollo 11........one photo every 15 seconds
Apollo 12........one photo every 27 seconds
Apollo 14........one photo every 62 seconds
Apollo 15........one photo every 44 seconds
Apollo 16........one photo every 29 seconds
Apollo 17........one photo every 26 seconds

Tuttavia lui stesso dice che la passeggiata dell'Apollo 11 durò 151 minuti e che le foto scattate durante la passeggiata furono 121. I dati sono quasi esatti: il caricatore di pellicola usato durante la passeggiata lunare dell'Apollo 11 contiene 122 scatti effettuati all'esterno del modulo lunare (catalogati con i codici da AS11-40-5850 ad AS11-40-5970, più AS11-40-5882A), consultabili presso Apollo Archive, e l'escursione di Aldrin e Armstrong durò due ore e 31 minuti, secondo l'Apollo Definitive Sourcebook.

Ma un conto elementare rivela che 122 foto in 151 minuti non sono "una foto ogni 15 secondi", ma meno di una foto al minuto. Come fa White ad arrivare a 15 secondi? Facile: introduce un valore "arbitrario" (lo chiama lui così) di due ore, da sottrarre a causa delle altre attività degli astronauti durante l'escursione:

Let's arbitrarily calculate a MINIMUM time for these tasks and subtract from available photo time.

Perché proprio due ore, e non due e un quarto, o una e mezza? White non fornisce alcuna ragione per la sua scelta di questo dato. E' molto facile ottenere risultati impossibili se si alterano i dati a proprio favore introducendo valori arbitrari.

Inoltre White evita di specificare che gli astronauti fecero molti scatti doppi e multipli: due o più foto fatte nello stesso punto, senza perdere tempo a riposizionarsi e riprendere la mira. Vediamo alcuni esempi.


Apollo 11


Nella prima missione con sbarco sulla Luna, l'Apollo 11, furono scattate foto in sequenza come le due mostrate qui sotto: a destra, Buzz Aldrin fa il saluto militare, a sinistra no, e il punto di ripresa è identico. Le foto sono la AS11-40-5874 e AS11-40-5875.



Gli astronauti fecero inoltre intere serie di scatti in rapida successione durante le riprese panoramiche, stando fermi nello stesso punto e ruotando su se stessi. In una panoramica si possono fare una decina di scatti in pochi secondi (provateci con la vostra macchinetta), e questo altera non poco il calcolo del tempo medio.

Per esempio, le foto da AS11-40-5881 ad AS11-40-5891 (11 scatti, quasi il 10% di tutte le foto della passeggiata) furono riprese da Buzz Aldrin per formare questa panoramica (assemblata da Dave Byrne per l'Apollo Lunar Surface Journal) (fonte):



Sempre nella stessa missione, le foto da AS11-40-5905 ad AS11-40-5916 (12 scatti, il 10% del totale) compongono un'altra panoramica scattata da Buzz Aldrin, assemblata da Brian McInall sempre per l'ALSJ (fonte):



Le foto da AS11-40-5930 ad AS11-40-5941 (dodici scatti) furono fatte da Neil Armstrong per formare una panoramica, mostrata qui sotto e composta ancora da Brian McInall per l'ALSJ (fonte):



L'Apollo 11 Preliminary Science Report contiene come Figura 3.15 questa mappa che indica il luogo e la direzione di ognuno degli scatti lunari della missione:



Oltre alle panoramiche mostrate fin qui, si nota che anche le foto dalla 5850 alla 5858 (9 scatti) formano una panoramica, e che lo stesso vale per le foto dalla 5954 alla 5961 (8 scatti).

In totale, quindi, ben 52 foto su 121 fanno parte di panoramiche, nelle quali le foto furono scattate in rapida sequenza, senza spostarsi e senza rimettere a fuoco fra uno scatto e il successivo. Non c'è da stupirsi che gli astronauti ne abbiano scattate così tante; c'è invece da stupirsi che Jack White, che afferma di essere profondo studioso della materia, non abbia considerato questo fatto ampiamente documentato ed evidente dalle foto stesse.



Altre missioni


Lo stesso concetto vale anche per le altre missioni Apollo. Ecco, per esempio, alcuni brani delle conversazioni tra gli astronauti Young e Duke durante la missione Apollo 16, tratti dall'Apollo Lunar Surface Journal:

167:45:27 Duke: Take a picture of that so they'll know where it came from.

[John takes seven pictures, AS16-116-18647, 18648, 18649, 18650, 18651, 18652, and 18653 during this Outhouse Rock sampling operation. Note that Charlie has a pack of sample bags hooked to his little finger.]


Un video di una procedura di ripresa panoramica è disponibile qui sotto ed è tratto dalla seconda escursione della missione:


Le panoramiche della missione sono catalogate qui nell'Apollo Lunar Surface Journal. Questa è quella composta dalle foto AS16-113-18313 fino a 18330 ed è stata realizzata digitalmente da Lennie Waugh per l'Apollo Lunar Surface Journal:



Gli astronauti, inoltre, scattarono molte foto in coppie per produrre immagini stereoscopiche. Una foto stereoscopica è composta da due scatti fatti simultaneamente o a brevissima distanza di tempo da due punti di vista leggermente differenti. Se White li conta come due scatti separati, i suoi risultati diventano ancora più arbitrari.

167:51:48 Duke: Click. Click. Okay. (Pause)

[We can see Charlie step to his right between frames of the cross-Sun stereopair, AS16-106- 17347 and 17348. These pictures give us a good view of John's sample bags.]

...

167:58:58 Duke: (Laughing) I's (sic) just teasing, boss. (Pause; John laughs)

[John takes a second cross-Sun stereopair of "befores" from the north, AS16-116- 18658 and 18659, and then a "locator" to the Rover, 18660. Note that the absence of a gnomon makes it much more difficult to compare features in successive photographs.]

...

168:01:30 England : Okay. Good show.

[Fendell has zoomed in on a meter-sized, white boulder near the right-front Rover wheel. Charlie is just beyond the boulder. He plants the scoop and hops back to take a cross-Sun stereopair, AS16-106- 17355 and 17356. In the photos, we can see an imprint beyond the rock that marks its original location.]


Un esempio delle tante foto scattate in coppie stereoscopiche è quello mostrato qui sotto, ottenuto combinando le foto AS16-117-18815 e 18816 e disponibile in alta risoluzione qui.



Il concetto è quindi chiaro: la tesi di White è basata su premesse artificiose e grossolanamente errate.

3 commenti:

Zer0 ha detto...

Ciao Paolo,

Io ho fatto un calcolo diverso ma credo valga lo stesso:

Apollo 11
120 foto in 151 minuti

Se ammettiamo che per fare una foto ci vogliano, esagerando, 10 secondi otteniamo:

120x10 = 1200 (secondi)
1200/60 = 20 (minuti)

Dunque per fare 120 foto sono bastati spannometricamente 20 minuti su 151, escludendo ovviamente gli scatti ravvicinati e le panoramiche che tolgono ancora del tempo da quei 20 minuti.

E' un calcolo valido secondo te?

Gabriele "Jeg" Riva-Benzo ha detto...

Un mio compagno di classe scattò 200 foto al Partenone e all'Agorà in generale in meno di mezz'ora... se uno vuole scattare, RIESCE a scattare.

Paolo Attivissimo ha detto...

Zer0,

mi sembra una stima ragionevole.