2010/02/25

Pronti altri capitoli del libro

di Paolo Attivissimo

E con questo fanno otto. Sono infatti otto i capitoli completati di "Luna? Sì, ci siamo andati!", il libro che risponde a tutte le principali tesi di complotto e le smonta una per una con i fatti. Se vi interessa, le bozze sono scaricabili cliccando sul link apposito nella colonna di destra di questo blog.

14 commenti:

Gwilbor ha detto...

Errore di stampa a pag 67, secondo paragrafo, all'inizio c'è una I di troppo ("IFino").

ValterVB ha detto...

Pag 179 a metà: Milletrecento
chilometri l'ira in meno.

Ciao
VB

Paolo Attivissimo ha detto...

Sistemati, grazie!

Giuliano47 ha detto...

Ho dato un occhio (me ne rimane un altro) solo ora.
Suggerisco di modificare i font di quelle poche righe che costituiscono i "IN BREVE" per separarle ed evidenziarle meglio.
Che so io, scriverle col carattere inclinato se si vuole mantenere la stessa altezza dei caratteri. O altro.
Con poco sforzo si aumenterebbe la gia' pregevolissima ed insuperabile estetica ecc... :-)

Gwilbor ha detto...

pag. 165, terzo paragrafo, quarta riga, manca una "n" nel nome: "Roald Amundsen"

pag. 189, primo paragrafo, quartultimo rigo, manca "a" in "regolre"

Poi volevo suggerire di riformulare alcune frasi nei due capitoli sulla stabilità del modulo lunare. Sia chiaro che la sostanza è corretta e che il tutto è più che sufficiente per lo scopo preposto, ma qualche ingegnere pignoletto potrebbe avere da ridire su qualche dettaglio.

A pag. 185 scrivi: "il modulo lunare è invece un veicolo
intrinsecamente stabile"

Questo non è vero, in assenza di atmosfera è impossibile costruire un razzo stabile senza l'ausilio di un controllo attivo. O perlomeno sarebbe molto difficile, bisognerebbe ingegnarsi con qualche configurazione molto particolare. L'equilibrio è sempre instabile, a meno che il centro di spinta non coincida esattamente col baricentro, ma in questo caso si ha un equilibrio di tipo indifferente, non stabile. È più corretto dire: "il modulo lunare è un veicolo facilmente stabilizzabile".

Nella pagina successiva: "Avere i serbatoi disposti lateralmente stabilizza il veicolo esattamente come l'asta di un equilibrista sul filo."

Il concetto è comprensibile, ma il paragone fa storcere il naso ai fisici: l'asta a differenza dei serbatoi è mobile, se l'equilibrista non potesse muovere l'asta quest'ultima non gli fornirebbe nessun aiuto. Forse volevi dire che i serbatoi laterali hanno facilitato il lavoro ai progettisti, perché regolandone la posizione si può spostare facilmente il baricentro. Un buon paragone potrebbe essere allora il cursore su una bilancia a stadera (a patto che il lettore sappia cosa sia...) oppure i piombi che si mettono ai cerchioni delle macchine.

Pagina ancora dopo parli di "pinne
stabilizzatrici orientabili", ora, non nego che siano state usate, ma mi sembra che gli ugelli dei motori orientabili siano di gran lunga più usati, no? Anche lo shuttle, che non difetta di aviosuperfici, durante il decollo manovra esclusivamente coi motori. Le alette in coda sono molto comuni ma che io sappia sono fisse, appunto per stabilizzare in modo passivo (e questo sì intrinseco) il razzo, come le piume incollate alle frecce.

Ribadisco che sono sottigliezze da maniaci della fisica, tutto quello che non ho riportato sopra è assolutamente perfetto e godibile sotto ogni punto di vista!

Salvatore ha detto...

Un appunto lessicale: in buona parte delle sezioni "IN BREVE" il discorso viene introdotto con "In realtà"...

Fabius ha detto...

Pag.132 "sembre"
Pag.144 io direi che la bandiera dondola in modo insolito, non innaturale (in fondo è un fenomeno naturale no?).
Pag.154 "C'i"
Pag.157 "lNel"
Pag.176 doppio punto
Pag.178 perchè c'è una frase sottolineata?
Pag.179 "l'ira"
Pag.184 la composizione dell'Aerozine l'hai già specificata a pag.159, è necessario ripeterla?
Pag.189 "regolre"

Non so se è un problema di Adobe Reader, ma in alcune pagine il testo risulta più sottile e in altre più spesso.

Paolo Attivissimo ha detto...

Buona idea, Giuliano. Li metto in corsivo. Saranno pronti per la prossima versione del PDF.

Paolo Attivissimo ha detto...

Gwilbor,

pag. 165, terzo paragrafo, quarta riga, manca una "n" nel nome: "Roald Amundsen"

No, è giusto Roald.


pag. 189, primo paragrafo, quartultimo rigo, manca "a" in "regolre"

Sistemato.

Poi volevo suggerire di riformulare alcune frasi nei due capitoli sulla stabilità del modulo lunare. Sia chiaro che la sostanza è corretta e che il tutto è più che sufficiente per lo scopo preposto, ma qualche ingegnere pignoletto potrebbe avere da ridire su qualche dettaglio.

Fatto. Però il paragone sull'asta mi sembra calzante, perché anche senza muoverla lavora spostando lateralmente parte della massa. Il resto l'ho riformulato come suggerisci.


Ribadisco che sono sottigliezze da maniaci della fisica, tutto quello che non ho riportato sopra è assolutamente perfetto e godibile sotto ogni punto di vista!

Grazie!

Paolo Attivissimo ha detto...

in buona parte delle sezioni "IN BREVE" il discorso viene introdotto con "In realtà"...

Era intenzionale, ma mi rendo conto che visto da fuori sembra ripetitivo e scadente. Sistemato.


Pag.132 "sembre"
Pag.144 io direi che la bandiera dondola in modo insolito, non innaturale (in fondo è un fenomeno naturale no?).


Concordo. Sistemato.

Pag.154 "C'i"
Pag.157 "lNel"
Pag.176 doppio punto


Sistemati.


Pag.178 perchè c'è una frase sottolineata?

Errore mio.

Pag.179 "l'ira"
Pag.184 la composizione dell'Aerozine l'hai già specificata a pag.159, è necessario ripeterla?


Giusto. Tolta.


Pag.189 "regolre"

A posto.

Non so se è un problema di Adobe Reader, ma in alcune pagine il testo risulta più sottile e in altre più spesso.

Spero sia un problema di Reader. Io non ho fatto nulla.

Gwilbor ha detto...

No, è giusto Roald.

Si impara sempre qualche cosa! Non l'avevo controllato, quando ho letto il nome ho dato per scontato che fosse un errore.

Grazie a te per tutto quello che fai!

motogio ha detto...

Non so se è un problema di Adobe Reader, ma in alcune pagine il testo risulta più sottile e in altre più spesso.

È un problema di Adobe Reader (abbastanza fastidioso), con Foxit Reader il testo è uniforme.

Un refuso (forse):
Pag 140: l'Apollo 12 e 14 la collocarono sul
portaattrezzi mobile


Porta attrezzi o porta-attrezzi

Rinnovo i miei complimenti per il tuo lavoro ;)

Paolo Attivissimo ha detto...

motogio,

refuso sistemato, grazie.

andreag ha detto...

E' chiaro che sono tutti complottisti che non fanno altro che sottolineare i tuoi errori. Ne avevo trovati un paio ma sono stati già segnalati. Ottimo lavoro, complimenti.