2011/06/25

Recuperata la polvere lunare rubata dell'Apollo 11

di Paolo Attivissimo

Nel 1969, il fotografo della NASA Terry Slezak fu incaricato di sviluppare la pellicola proveniente da una fotocamera utilizzata durante la missione Apollo 11. Nell'aprire uno dei caricatori di pellicola, il caricatore S, si trovò le mani coperte di polvere lunare. Il caricatore era infatti caduto sulla Luna e s'era impolverato, come documentato dall'Apollo Lunar Surface Journal, a 111:31:04 (Mag S Rescue).

Slezak divenne così il primo uomo ad entrare in diretto contatto con del materiale lunare. Poiché all'epoca si temeva che la Luna potesse ospitare agenti patogeni, anche Slezak fu messo in quarantena come gli astronauti dell'Apollo 11 (Nasa.gov).

Slezak si pulì le mani usando degli asciugamani e del nastro adesivo e poi conservò un pezzo di nastro, che in seguito attaccò a un poster (a sinistra in questa foto) che gli era stato donato, autografato dagli astronauti dell'Apollo 11.

Il poster, valutato intorno ai 35.000 dollari (CollectSpace), fu venduto all'asta in Germania nel 2001 e a giugno del 2011 un pezzetto del nastro (nel frattempo suddiviso in porzioni vendute separatamente ad acquirenti ignoti) stava per tornare all'asta a St. Louis, in Missouri, presso la Regency-Superior Auctions (foto qui accanto, tratta da Justice.gov).

Ma i funzionari federali statunitensi ne sono venuti a conoscenza e sono intervenuti gli investigatori della NASA: d'intesa con la casa d'aste, specializzata in oggetti riguardanti le missioni spaziali, il reperto lunare è stato tolto dall'asta. La proprietaria attuale aveva ereditato la polvere di Luna dal marito e l'ha restituita al governo statunitense, che ne era il legittimo proprietario.

Negli Stati Uniti non è illegale possedere campioni di roccia o polvere lunare proveniente dalle missioni Apollo, ma è illegale la sottrazione o ricettazione di qualunque oggetto di proprietà governativa, comprese quindi le rocce lunari Apollo (CollectSpace; Forbes). Infatti i campioni lunari Apollo che sono in circolazione vengono solo prestati a funzionari governativi e ricercatori, ma restano di proprietà del governo. Il materiale lunare raccolto da Slezak non gli era mai stato dato formalmente e quindi era ancora proprietà governativa. Esiste un vero e proprio mercato nero di polvere e rocce lunari provenienti dalle missioni Apollo e sottratte indebitamente al governo USA (Boingboing). Chi non volesse correre rischi può comunque acquistare pezzetti di Luna di origine meteorica, sui quali non c'è alcun vincolo governativo.

La polvere rubata è stata riportata ai laboratori del Johnson Space Center a Houston, in Texas. I test preliminari confermano che si tratta con tutta probabilità di materiale lunare.

Terry Slezak. Foto NASA S69-40054.
Fonti: BBC, Justice.gov, Time Magazine.

12 commenti:

Paolo Attivissimo ha detto...

Certamente. Ne ho acquistato uno anch'io. Vai nella colonna di destra di questo blog, cerca la sezione "Dove acquistare materiale", e troverai alcuni indirizzi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Il mio commento precedente era in risposta a una domanda di Kapa che devo aver cancellato per errore invece di pubblicare (chiedo scusa):

Paolo sai dove si possono acquistare i pezzetti di Luna di origine meteorica che hai citato nell'articolo??

Enrico ha detto...

C'è un refuso nel paragrafo dove dici che non è illegale possedere rocce lunari:

"comprese quindi le le rocce lunari Apollo"

Saluti, Enrico.

kapa ha detto...

Uh perfetto!

Paolo Attivissimo ha detto...

Refuso sistemato, grazie!

Giako ha detto...

Poi cancella questo commento che non aggiunge niente, ma o mi sfugge qualcosa o il refuso non lo hai sistemato:

quote
Negli Stati Uniti non è illegale possedere campioni di roccia o polvere lunare proveniente dalle missioni Apollo, ma è illegale la sottrazione o ricettazione di qualunque oggetto di proprietà governativa, comprese quindi le rocce lunari Apollo
unquote

è illegale o no possedere rocce lunari Apollo? O è legale se uno le acquista (ma mi par di capire che non si possono acquistare)?

Paolo Attivissimo ha detto...

Giako,

possedere rocce o polvere lunare delle missioni Apollo non è illegale se le hai ricevute legalmente. Il governo USA ha donato campioni di Luna a vari governi, alcuni dei quali sono poi stati venduti dai governanti corrotti. Molti musei (compreso almeno uno italiano) hanno rocce Apollo ricevute legalmente. Alan Bean ha fatto dei quadri nei quali ha incorporato residui di polvere lunare che s'è riportato sulla Terra.

Quello che è illegale è rubare questo materiale. Negli Stati Uniti, qualunque acquisto o transazione riguardante materiale lunare viene sorvegliato strettamente perché potrebbe trattarsi di proprietà federale sottratta illecitamente.

Giako ha detto...

Capito! Grazie per la delucidazione.

Domenico ha detto...

edgar mitchell ha fatto una cosa simile!!!!

http://mysterium.blogosfere.it/2011/07/edgar-mitchell-lastronauta-che-proclamo-lesistenza-degli-ufo-denunciato-per-furto-delle-apparecchiat.html

tcp-ip ha detto...

> possedere rocce o polvere lunare delle missioni Apollo non è illegale se le hai ricevute legalmente. Il governo USA ha donato campioni di Luna a vari governi, alcuni dei quali sono poi stati venduti dai governanti corrotti.

Non sono un esperto di legge, ma ho qualche dubbio su questo. Come saprai i corpi celesti sono soggetti ad un trattato internazionale che ne vieta l'uso per scopi diversi dalla ricerca scientifica. Frugando sul sito dell'ONU ho trovato questo documento che contiene varie normative ONU relative all'esplorazione spaziale, tra cui l'"Agreement Governing the Activities of States on the Moon and Other Celestial Bodies" il cui articolo 6,2 dice:
"In carrying out scientific investigations and in furtherance of the provisions of this Agreement, the States Parties shall have the right to collect on and remove from the Moon samples of its mineral and other substances. Such samples shall remain at the disposal of those States Parties which caused them to be collected and may be used by them for scientific purposes. States Parties shall have regard to the desirability of making a portion of such samples available to other interested States Parties and the international scientific community for scientific investigation. [...]"

Forse sbaglio, ma mi sembra di capire che non è esatto dire che i campioni lunari sono di proprietà del governo che li ha portati sulla Terra, come hai scritto nell'articolo. La NASA li può gestire ma non può, ad esempio, venderli o regalarli, neanche se volesse, se non ad istituzioni che si impegnino a loro volta a perseguire i fini del trattato(ricerca con risultati disponibili all'umanità). Anche i regali a funzionari stranieri, come indicato in uno degli articoli linkati, mi sembra di dubbia regolarità.

By Simo ha detto...

Bellissimo post, siete stati nominati nel blog che frequento, grazie e complimenti per il bellissimo ed interessantissimo blog!!

By Simo

Blog e post dove vi ho citati:

http://newsspazio.blogspot.it/2012/08/curiosity-le-fotografie-colori-del.html#more

Se ci sono dei problemi a riguardo fatemelo sapere o qui o su Newsspazio! Ciao

By Simo ha detto...

Vi ho citato sul blog che frequento per questo post, complimenti per il bellissimo ed interessantissimo blog, spero che non ci sono problemi a riguardo, altrimenti fatemelo sapere o via Mail o qui o dove vi ho citato;

http://newsspazio.blogspot.it/2012/08/curiosity-le-fotografie-colori-del.html#more

Ciao e grazie x le interessanti informazioni!!