2009/07/17

La sonda LRO fotografa i siti d'allunaggio e mostra i veicoli Apollo

di Paolo Attivissimo con il contributo di Rodri. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

La NASA ha appena pubblicato online le prime immagini scattate pochi giorni fa, fra l'11 e il 15 luglio, dalla sonda automatica LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter) in orbita intorno alla Luna. Si notano chiaramente i veicoli di cinque delle sei missioni Apollo che raggiunsero la Luna: manca soltanto l'Apollo 12, che verrà fotografata nelle prossime settimane.

Queste sono immagini a bassa risoluzione, perché la sonda è ancora a circa 100 chilometri d'altezza, in un'orbita temporanea più alta di quella definitiva. Immagini più dettagliate arriveranno a partire da settembre 2009, quando la sonda verrà portata alla propria orbita definitiva, che è molto più bassa. Una seconda serie di immagini dei siti di allunaggio, con illuminazione maggiore e ombre più corte, è prevista per agosto 2009.











L'immagine complessiva della zona di allunaggio dell'Apollo 11, in forma non calibrata, ossia non rielaborata al computer per correggere errori e compensare la poca luce disponibile al sensore durante la ripresa, è disponibile qui (100 MB). Ulteriori dettagli sulla tecnologia di ripresa, insieme alle considerazioni di risoluzione e illuminazione e alle immagini complessive delle altre zone d'allunaggio, sono qui.

22 commenti:

Giovanni Toffolon ha detto...

Spettacolare, spettacolare, non ci sono altre parole. Aspettiamo quelle a maggiore risoluzione.
Saluti
Giovanni

brain_use ha detto...

Game over al lunacomplottismo.
Era ora.

Paolo Attivissimo ha detto...

Brain,

sei un inguaribile ottimista :-)

Nessuna evidenza farà uscire dalla testa di un lunacomplottista un'idea che vi è entrata senza alcuna evidenza.

brain_use ha detto...

Oh, lo so.

Ma io "lavoro" per gli altri, quelli che ne sanno poco e rischiano di farsi incantare dalle sirene.

I "cospirazionisti congeniti" sono fatica sprecata.

L'economa domestica ha detto...

Le impronte degli astronauti. LE IMPRONTE DEGLI ASTRONAUTI!!! LE IMPRONTE DEGLI ASTRONAUTI!!!

Pronunciato con entusiasmo crescente, ovvio. Ora scusate, devo andare ad attaccare le piume su un costume da ballerina brasiliana.

filadelfia ha detto...

Fantastico !!!!! Ma tanto i complottisti diranno che le impronte le hanno prodotte con un camminatore automatico ...

Semplicemente fantastico...

filadelfia ha detto...

Tra l'altro: piccolo contributo al debunking: per chi ancora ha dubbi sull'"enigma" no stelle, consiglio di visionare con attenzione le immagini delle passeggiae lunari disponibili sul sto NASA in alta definizione ...

Mr Reaper ha detto...

Immagini assolutamente eccezionali. Concordo che non basteranno a seppellire il lunacomplotto ma dovrebbero comunque contribuire a dargli un'altra bella mazzata insieme alle elaborazioni 3D della sonda Kaguya. D'altronde "ragionando" come fanno molti lunacomplottisti qualunque prova può essere messa in discussione (le foto non ci sono, se ci sono sono state taroccate o sono sfocate, etc...), il tutto ovviamente affermato senza uno straccio di prova o un minimo di conoscenza sull'argomento. Il bello è che poi spesso sono proprio loro che se ne escono con cazzate immani "analizzando" immagini sfocatissime...

Gabriele ha detto...

I complottisti hanno già cominciato a lamentarsi. Secondo loro non ci sarebbe corrispondenza tra le immagini dei decolli dei moduli lunari e quelle del LRO.

Mi sono preso la briga di verificare. Ho preso un fotogramma dell'ascesa dell'Apollo 14 da youtube e l'ho confrontato con l'immagine di LRO del corrispondente sito.

Il video di YouTube è questo (secondo 19):

http://www.youtube.com/watch?v=loOTYS24Pu4

Il risultato è il seguente:

http://img140.imageshack.us/img140/7730/antaresvslro.png

Ho numerato i particolari della superficie più evidenti e incredibilmente (ma solo per i complottisti) corrispondono alla perfezione!!!

(P.S. lo stesso commento è già stato postato su un altro blog - sono sempre io).

Gabriele ha detto...

Ho preparato un altro confronto, sempre tra un fotogramma del filmato del decollo del modulo Antares e la recentissima foto della zona di atterraggio della missione Apollo 14 presa dal LRO:

http://img368.imageshack.us/img368/4960/antaresvslro2.png

Ho preso l'ultimo frame - secondo 25 - del filmato su youtube. Qui il campo è un po' più ampio e si vedono più particolari.

L'immagine A è presa dal filmato del 1971. In questo fotogramma sono ben visibili le stesse tracce delle "passeggiate" degli astronauti presenti nel dettaglio della foto del LRO (B).

In questo confronto - a parte la diversa incidenza della luce - che sia stato ripreso lo stesso terreno è evidentissimo.

Mescalero ha detto...

Secondo me li possiamo anche caricare su un'astronave, portarli sulla Luna, mettergli una tuta spaziale, fargli scendere a vedere tutto di persona, impronte degli astronauti comprese. Ma ci sarà qualcuno che dirà: Si, ma è una messa in scena che avete preparato solo ora. 40 anni fa non era possibile arrivare sulla Luna.

Camicius ha detto...

senza parole...
Anche se non ho dubbi sui dubbi dei complottisti. D'altronde la sonda LRO è della Nasa...

pistry ha detto...

Finalmente!!! Aspettavo queste immagini da anni. Credo che la soddisfazione durerà poco... ora diranno (quelli là) che la sonda LRO avrà scansionato una luna di plastica made in china.
Saluti.

Giako ha detto...

Su google earth, se si va sui siti degli allunaggi, sono evidenziati i vari esperimenti e "luoghi" da cui sono state fatte le foto panoramiche. E'... suggestivo girare intorno usando quelle foto.

Franci ha detto...

Con rammarico (rotfl) noto che non si parla quasi più delle teorie di Mazzucco e dei Mazzuccatori che quotidianamente scrivono "gigabyte di watt" di castronerie sul suo sito.

Ho notato una certa evoluzione nelle posizioni di Mazzucco in merito al rinnovato interesse per le spedizioni Lunari. Sostanzialmente entra in tackle su ogni discussione non più sostenendo le sue tesi quanto proprio troncando ogni discorso sul nascere. Insomma... come dire... non ci siamo mai andati quindi che state qui a parlare di foto e fotogrammi?

Hammer ha detto...

Franci,

le ultime mazzuccate sono talmente squallide e stupide da non meritare alcuna considerazione.

Certo che ci vuole un bel coraggio a non vergognarsi di dire certe cose.

Gabriele ha detto...

Ciao, mi chiamo Gabriele e questo è il mio primo post/commento al tuo sito che seguo spesso e con passione.
Mi sono finalmente deciso a scrivere, non per aggiungere qualcosa di utile al già ottimo lavoro che svolgi quotidianamente, ne per schierarmi da una parte o dall'altra (complottisti/debunkers).
Sono convinto che chi ha un briciolo di capacità di osservazione e un po' di buon senso, sia quantomeno un briciolo cosciente di vivere in un mondo circondato di bugie e di mezze-verità.
Eppure, in questo
"Maelstrom-ingannatorio", ogni tanto vi è anche qualche Verità, per la quale vale la pena lottare ed essere (ancora) fieri di far parte di questa specie ("..for all mankind..").
Io sono uno di quei 'lurker' semplici, che se ne stanno in disparte a guardare e che non scrivono mai una riga, anche quando magari avrebbero tanto da dire.. :)
Ma in questa calda sera di luglio, una cosa la voglio dire/scrivere:

La foto delle passeggiate degli austronauti di Apollo 14 mi hanno fatto piangere.
Piangere di gioia, di orgoglio e di speranza.
Grazie Paolo.

Gabriele ha detto...

Ho realizzato l'accostamento delle immagini del LRO con quelle della missione Apollo 11: qui

Mi ha portato via un po' di tempo. Mentre per Apollo 14 è disponibile il filmato della partenza dalla Luna fin dal distacco dal suolo, che ha reso molto semplice trovare le corrispondenze nel terreno tra i fotogrammi dell'Antares e le foto del LRO (qui e qui), nel caso dell'Apollo 11 il distacco dal suolo non è stato ripreso. Quando il filmato inizia il modulo è già troppo alto.

Però su Footagevault.com ci sono le riprese dell'allunaggio. Ho dovuto prendere diversi fotogrammi perché Armstrong procedeva in orizzontale alla ricerca di un buon punto per atterrare e il terreno scorreva velocemente, ma alla fine sono riuscito a trovare la corrispondenza che cercavo.

Come nel caso del sito dell'Apollo 14 le ombre sono invertite: LRO ha ripreso la scena a un orario lunare diverso. Si tenga anche conto che le immagini dell'Apollo, inclinate, schiacciate dalla prospettiva, e che tra i fotogrammi il modulo si abbassa sensibilmente L'immagine del LRO è stata ruotata e il contrasto è stato aumentato.

I crateri sono numerati da 1 a 9.

Si notino in particolare il cratere allungato 3, il doppio cratere 4, il cratere 7 (dovrebbe essere il "Little West Crater") con una leggerissima spanciatura sulla destra.

Ho qualche dubbio su 8 e 9, ma sembrano loro. Il 9 scompare quasi nella foto del LRO per la diversa incidenza della luce - è solo un leggero avvallamento - e il cratere 8 è visibilmente doppio anche nel particolare dell'Apollo (B4).

WK ha detto...

All'orario 102:44:23 E' possibile che stagno abbia frainteso la frase "coming down nicely" di Aldrin con la sua "scendete piano" da Huston? Intendo piuttosto che essersela inventata di sana pianta

Hammer ha detto...

WK,

può essere. L'ho pensato anche io.

Però temo che tu abbia sbagliato discussione; non è questo l'articolo dedicato alla telecronaca di Tito Stagno. :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

WK,

concordo con quello che ha scritto Hammer.

Renzo ha detto...

Caro Paolo, avrei un'ipotesi - certo non una certezza scientifica - per avvalorare la veridicità dell'argomento in questione. La NASA avrebbe facilmente potuto infinocchiare uno come me ma non credo che i servizi segreti sovietici l'avrebbero bevuta tanto facilmente.
Inoltre: nel caso che le trasmissioni radio-tv dalla Luna fossero state captate anche da altri (immagino p.es. i mitici fratelli Judica-Cordiglia che già intercettarono le "segretissime" comunicazioni di John Glenn...) sarebbe stato credo facile, con una semplice triangolazione, verificarne il luogo di provenienza. Dico fesserie? Un cordiale saluto