2009/09/03

Neil Armstrong confessa: fu una messinscena

di Paolo Attivissimo

Ha fatto il giro del mondo la notizia, pubblicata il 31 agosto scorso e riportata da numerosi siti come NASAwatch.com, 20minutes.fr, FinanzaOnline.com e Bad Astronomy (il sito dello scettico e debunker Phil Plait), che Neil Armstrong, noto a tutti come il primo uomo sulla Luna, ha "annunciato in un conferenza stampa che è convinto che il suo storico primo passo sulla Luna fu parte di una complessa messinscena organizzata dal governo degli Stati Uniti".

Comprensibile lo stupore di molti lettori di questo blog, che hanno letto la notizia e l'hanno segnalata. Anche se le mie posizioni di sostenitore della realtà degli sbarchi lunari sono ben note, la deontologia professionale mi impone di riferire quanto è accaduto.

Pubblico qui la traduzione dei brani principali dell'articolo per chiarire che la notizia non scaturisce da un malinteso dovuto alla poca dimestichezza di qualche redattore distratto e poco padrone della lingua inglese.

"Armstrong dice di essere stato costretto a riconsiderare ogni dettaglio del viaggio monumentale dopo aver visionato alcuni video su Youtube molto convincenti e dopo aver letto vari articoli nel sito Web Omissioncontrol.org del complottista Ralph Coleman" dice l'articolo.

L'astronauta, visibilmente emozionato, ha detto ai giornalisti riuniti in casa sua che "Sono bastati alcuni paragrafi scritti di corsa da questo appassionato negatore della cosiddetta 'massima conquista tecnologica' dell'umanità per rendermi conto che avevo interpretato una vita di menzogne. Mi è diventato dolorosamente evidente che il 20 luglio 1969 il modulo lunare pilotato dal mio equipaggio in realtà non viaggiò per 250.000 miglia nell'arco di otto giorni, non sbarcò sulla Luna e non svolse vari esperimenti, aprendo le porte a una nuova era dell'umanità. Invece tutto fu ripreso su un set cinematografico, probabilmente nel Nuovo Messico. Questa è l'unica interpretazione logica delle numerose contraddizioni presenti nelle riprese sgranate e vecchie di quarant'anni."

Secondo l'articolo, "Sebbene Armstrong abbia detto che avrebbe giurato di aver percepito gli effetti dell'assenza di peso mentre volava fuori dall'atmosfera della Terra e attraverso lo spazio, è ora convinto che i suoi ricordi devono essere sbagliati. Ha anche ammesso di provare imbarazzo per non essersi accorto dello sventolio della bandiera americana che lui e Buzz Aldrin piantarono sulla superficie, e attribuisce la sua scarsa presenza di spirito all'ingombro della tuta spaziale e all'emozione di viaggiare verso la 'Luna'".

"Quello sventolio non è possibile nel vuoto dello spazio" prosegue l'articolo, riportando le parole di Armstrong, "deve essersi trattato dello spiffero di un condotto dell'aria condizionata, che io non ho notato perché dentro i caschi non si sente un bel niente".

Il sito che ha pubblicato la notizia riferisce inoltre che "Armstrong ha spiegato che probabilmente era così concentrato sul pilotaggio del modulo lunare che non s'è accorto che una delle rocce lunari visibile nelle immagini dell'allunaggio sembra avere incisa la lettera 'C'. Un Armstrong emozionato ha detto che l'unica spiegazione possibile di questo dettaglio è che la roccia provenisse in realtà dal reparto scenografie della NASA."

Dice Armstrong nell'articolo: "Si sono dimenticati di girarla... Quei bastardi bugiardi della NASA si sono presi la briga di falsificare lo sbarco sulla Luna, ma si sono dimenticati di voltare un piccolo sasso finto. E adesso tutta questa porcata gli è esplosa in faccia".

L'articolo, intitolato "Complottista convince Neil Armstrong che lo sbarco sulla Luna fu simulato", è stato scritto e pubblicato da The Onion: per chi non lo conoscesse, è un sito che fa satira pubblicando finte notizie che imitano lo stile dei siti informativi reali.


2009/09/04 - Chi ci è cascato


la BBC segnala le scuse di due giornali del Bangladesh, il Daily Manab Zamin, e il New Nation.

7 commenti:

Rincewind ha detto...

Pensa... eppure proprio The Onion aveva pubblicato, nel 1969, una storica prima pagina:
http://www.members.shaw.ca/rlongpre01/moon.html

Paolo ha detto...

Quindi la notizia è finta, cavolo sarebbe stato veramente geniale se Armstrong avesse rilasciato una intervista del genere :D l'ironia trasuda da ogni parola :D :D

Sergio ha detto...

Ma io pensavo che fosse scontato che la notizia era una burla! Ci sono troppi indizi su come è scritta (se non bastasse il nome del sito...)

smart75r ha detto...

eh eh eh...
siete sicuri che non fu una messinscena?!?!
beh... eccovi la conferma di quanto armstrong fosse sincero in quell'intervista!! allora, come fate a smentire questo!?!

http://www.youtube.com/watch?v=eV-lIrMVNqw


p.s.: paolo sei un grande!! :D

Domenico_T ha detto...

Magnifico video dei Griffin :D

jumpjack ha detto...

nell'articolo di Paolo mi sembra non si faccia nessuna menzione del fatto che la notizia è falsa... Sembra addirittura di leggere un tono di rassegnazione, come se Paolo dicesse "ebbene è vero, mi sono sbagliato".

Mi sa che bisogna rivederlo un po', 'st'articolo!!!

Paolo Attivissimo ha detto...

Jumpjack,

forse t''è sfuggita la frase "The Onion: per chi non lo conoscesse, è un sito che fa satira pubblicando finte notizie che imitano lo stile dei siti informativi reali."